Scrivere un business plan per un negozio al dettaglio - Un modello di esempio

Sei interessato ad aprire un negozio al dettaglio? È necessario un modello di business plan del negozio al dettaglio di esempio? Sei interessato a scambiare beni o prodotti in cambio di profitto ? Se SÌ, ti consiglio di leggere.

Il commercio al dettaglio è un settore molto redditizio in quasi tutte le parti del mondo. Anche se il mercato appare saturo se visto in superficie, c'è spazio per i nuovi attori perché ci sono molte nicchie nel settore e c'è un mercato molto ampio a cui rivolgersi.

Se stai cercando di avviare un'attività in proprio e hai deciso di aprire un negozio al dettaglio, allora hai preso una buona decisione, senza dubbio. Tuttavia, avviare e gestire un negozio al dettaglio di successo richiede una conoscenza approfondita della nicchia di mercato che si desidera servire. La creazione di un business plan ti darà questa necessaria comprensione della tua nicchia.

Un piano aziendale ti aiuterà a definire gli scopi e gli obiettivi del tuo negozio al dettaglio e ti aiuterà a vedere potenziali problemi e sfide. Ti aiuterà anche a concentrarti maggiormente sul cliente in tutti gli aspetti della tua attività. In breve, un business plan è un piano per il successo. Ecco un esempio di modello di business plan del negozio al dettaglio per aiutarti a iniziare.

Sebbene non garantisca il successo della tua attività, non scriverne una di solito si traduce in un fallimento. Dopo aver discusso dell'importanza della stesura di un business plan, esaminiamo ora i passaggi necessari per la stesura di un business plan per un'azienda al dettaglio.

Un modello di esempio per la stesura di un business plan per un negozio al dettaglio

1. Identificare le esigenze del mercato

Il tuo primo passo verso l'avvio di un'attività di vendita al dettaglio è l'identificazione delle esigenze del mercato che puoi soddisfare attraverso i prodotti e i servizi che fornirai. Per garantire il successo del tuo negozio al dettaglio, le esigenze devono essere sufficientemente urgenti da consentire ai clienti target di visitare il tuo negozio per effettuare un acquisto. E il mercato target deve essere abbastanza grande da aiutarti a generare vendite sufficienti per supportare il tuo negozio e ottenere profitti decenti.

Ad esempio, se nella tua località ci sono molti proprietari di animali domestici che incontrano difficoltà nell'ottenere forniture e accessori per la cura degli animali domestici, puoi prendere in considerazione l'idea di avviare un negozio al dettaglio che vende alimenti per animali domestici e altri prodotti per la cura degli animali domestici.

2. Definisci i tuoi prodotti e canali di distribuzione

Tenendo presenti le esigenze del mercato, descrivi quali prodotti offrirai nel tuo negozio al dettaglio. Individua il motivo per cui li hai inclusi e specifica quelli che ritieni saranno le tue principali fonti di entrate.

Inoltre, dovresti spiegare la tua proposta di vendita unica. Cioè, ciò che intendi offrire è unico, nuovo e migliore di quello che offre la concorrenza. Ad esempio, un negozio al dettaglio di animali domestici potrebbe offrire pesci tropicali esotici che sono difficili da trovare nella maggior parte degli altri negozi di animali domestici.

Inoltre, è necessario specificare i canali di distribuzione. Cioè, come farai arrivare i tuoi prodotti ai clienti. Vendita al dettaglio in negozio, vendita per corrispondenza e vendita al dettaglio su Internet sono le opzioni più comuni tra cui scegliere.

3. Definisci il tuo mercato di riferimento

Per poter elaborare un piano aziendale accurato, è necessario identificare i clienti target. Descrivili in modo così vivido che chiunque legga il tuo business plan sarà in grado di immaginarli. Dato che devi specificarlo, evita le generalizzazioni demografiche, ad esempio affermando che intendi indirizzare " persone di età compresa tra 20 e 70 anni ". Piuttosto, dovresti fornire dettagli concreti, come il loro genere, professioni, interessi e così via.

Devi anche specificare perché il tuo mercato di riferimento ha bisogno dei prodotti che offrirai. In altre parole, devi scoprire cosa li motiva ad acquistare da te. Esempi di tali motivatori includono prezzi bassi, necessità di convenienza, varietà di prodotti e così via.

4. Analizzare la concorrenza

La concorrenza è una delle maggiori minacce per qualsiasi nuova impresa. Pertanto, è necessario identificare quante più esigenze di mercato possibili non soddisfatte dagli attuali concorrenti. Questo è il gap che vuoi colmare con il tuo negozio al dettaglio. Elencare i concorrenti e discutere i punti di forza e di debolezza di ciascuno, nonché i loro clienti target e le strategie di marketing. Il tuo obiettivo qui è quello di scoprire le loro aree deboli e capitalizzare su quelle.

5. Definisci le tue strategie di marketing

Le tue strategie di marketing sono quelle azioni che intraprenderai per acquisire nuovi clienti. È molto importante definirli perché il marketing è la linfa vitale di qualsiasi azienda. Ricorda di utilizzare i tuoi punti di vendita unici come base per il messaggio di marketing che consegnerai ai potenziali clienti.

6. Scrivi il tuo piano personale

Poiché avrai bisogno che altre persone lavorino con te, devi prevedere le tue esigenze di personale. Descrivi i dipendenti di cui hai bisogno, le competenze e l'esperienza che devono avere, la formazione che darai loro; in modo che offrano costantemente servizi di alta qualità.

7. Analisi finanziaria

Inizia questa parte del tuo piano aziendale scoprendo quanto ti servirà per far funzionare la tua azienda. Quindi preparare una previsione mese per mese di spese e ricavi. tuttavia, è necessario assicurarsi che la previsione tenga conto di tutte le spese, non importa quanto piccole. Quelle piccole spese, come spese postali e prodotti per la pulizia, possono sommare a un totale significativo nel corso dell'anno.

8. Imballa le tue informazioni

Cerca nel web un modello di business plan valido e inserisci le informazioni che hai raccolto finora nelle sezioni di appartenenza. Scrivi un "Riepilogo esecutivo", che è una panoramica dell'intero piano aziendale. Questa sarà la prima parte del piano aziendale finito.