Una guida dettagliata all'utilizzo dei social media per reclutare dipendenti

Vuoi assumere dipendenti comodamente dal tuo ufficio? Se SÌ, ecco una guida dettagliata all'utilizzo dei social media come FaceBook, Twitter e Linkedin per reclutare dipendenti.

I social media sono l'hub in cui le persone si ritrovano online per esprimere idee e interagire tra loro, e i datori di lavoro a volte usano questi media per cercare dipendenti.

Secondo i dati raccolti da GlobalWebIndex, in media gli utenti di Internet hanno fino a 5 account di social media. Le persone fanno uso di queste piattaforme per connettersi con amici e familiari, condividere i propri pensieri e incontrare e interagire con persone che condividono interessi comuni con loro. In questi giorni, i social media sono al centro delle interazioni online.

Siti web come LinkedIn, Facebook, Twitter e altri. fornire una piattaforma tramite la quale i recruiter possano entrare in contatto con potenziali dipendenti, molti dei quali non sarebbero mai stati in grado di incontrare utilizzando i metodi tradizionali. Solo LinkedIn, Facebook e Twitter hanno oltre 500 milioni di utenti combinati. Questo si traduce in un ampio pool di candidati per la tua azienda.

Una guida dettagliata all'utilizzo dei social media per reclutare dipendenti

Come reclutatore, vuoi essere il luogo in cui si trova il pool di candidati più qualificato, talentuoso e più numeroso e come tale puoi sfruttare i social media per attirare potenziali reclute. Questo tipo di caccia alla testa è chiamato reclutamento sociale. Ecco una breve panoramica dei principali siti Web di social network che può essere molto utile per i recruiter.

  • LinkedIn

LinkedIn è una rete interconnessa di professionisti esperti provenienti da tutto il mondo, in rappresentanza di 170 settori e 200 paesi. Puoi trovare, farti conoscere e collaborare con professionisti qualificati con i quali devi lavorare per raggiungere i tuoi obiettivi, secondo il sito Web ufficiale di LinkedIn.

In altre parole, LinkedIn è fondamentalmente una grande bacheca di lavoro in cui è possibile connettersi con professionisti di varie discipline. Questo sito web vanta oltre 65 milioni di professionisti provenienti da quasi tutti i settori che ti vengono in mente.

  • Facebook

Facebook è il più grande sito di social network in circolazione con oltre 400 milioni di utenti. Facebook è un'utilità sociale che collega le persone con amici e altri che lavorano, studiano e vivono intorno a loro. È destinato a connettere amici, familiari e colleghi di lavoro. Il modello è stato ampliato per includere connessioni con organizzazioni, aziende e interessi, non solo con singoli individui.

  • cinguettio

Twitter è un servizio di social network di microblogging. Su questa piattaforma, i messaggi sono noti come tweet e non possono contenere più di 140 caratteri. Secondo il loro sito Web, "Twitter è uno strumento semplice che aiuta a connettere le aziende in modo più significativo con il pubblico giusto al momento giusto".

Vantaggi dell'utilizzo dei social media nella strategia di assunzione

Ecco alcuni vantaggi dell'utilizzo dei social media nella strategia pubblicitaria per il reclutamento.

  • Puoi raggiungere quei candidati passivi: relegare le tue offerte di lavoro in una commissione di lavoro può essere abbastanza limitante, nel senso che sarai in grado di raggiungere solo coloro che sono attivamente alla ricerca di una nuova occupazione. Tuttavia, con i social media, puoi attingere al ricercato pool di potenziali candidati che non sono attivamente alla ricerca di un nuovo ruolo ma sarebbero aperti a cambiare se si presentasse la giusta opportunità.

Ciò è particolarmente importante quando si assumono ruoli di nicchia come gli sviluppatori, dove c'è carenza di competenze nazionali e è più probabile che i candidati vengano acquisiti più rapidamente.

  • È un ottimo modo per mostrare la cultura della tua azienda: siti Web e siti di carriera sono i luoghi ideali per mostrare i tuoi valori come datore di lavoro. Tuttavia, non così tante aziende prendono il loro feed Twitter e la pagina aziendale LinkedIn per condividere foto del loro team, aggiornare i loro follower con notizie e comunicare i loro ultimi posti vacanti.

Quando condividi questo tipo di contenuti sui tuoi account di social media, raggiungerà le persone che stanno già seguendo la tua azienda. E quali persone migliori possono venire a lavorare per te rispetto ai sostenitori esistenti del tuo marchio?

  • Ti consente di indirizzare di più i tuoi posti vacanti: i social media hanno reso possibile indirizzare i candidati perfetti per un post in modo da ottenere i migliori risultati. Ad esempio, se stai reclutando per un determinato settore di lavoro, prova a condividere i tuoi posti vacanti all'interno dei gruppi di LinkedIn.

Ci sono migliaia di gruppi professionali per ingegneri, professionisti della finanza, lavoratori delle risorse umane ... qualsiasi settore di lavoro che ti viene in mente. Tuttavia, fai attenzione a non inviare spam al gruppo; ricorda, vuoi attirare questi potenziali candidati, non infastidirli.

  • È gratis da usare: garantito, ci sono ancora funzioni disponibili sui social media a pagamento, ma questo è puramente facoltativo. La maggior parte delle funzionalità sono disponibili senza alcun prezzo. La pubblicità a pagamento, come i posti di lavoro e le offerte di lavoro di LinkedIn, ha un prezzo, così come una licenza di reclutamento. Tuttavia, non costa nulla condividere i tuoi posti vacanti sulla tua pagina aziendale LinkedIn o su Twitter o Facebook.
  • Controlla i tuoi candidati: i social media non sono solo usati per pubblicizzare le offerte di lavoro, ma possono anche essere usati per selezionare i candidati. Ad esempio, quando si valuta la candidatura di un candidato, è possibile rivederne le competenze, l'esperienza precedente e le qualità personali. Tuttavia, non è possibile verificare l'allineamento con la cultura e i valori dell'azienda. È qui che entra in gioco il controllo sui social media.

Ovviamente devi prestare attenzione a rivedere i profili dei social media di qualcuno senza il loro consenso; tuttavia, sempre più candidati includono collegamenti alle loro pagine LinkedIn, Instagram o Twitter all'interno dei loro CV. La visualizzazione di questi profili ti consentirà di dare un'occhiata ai loro hobby, interessi e che tipo di informazioni pubblicano, nonché ai contenuti con cui interagiscono.

  • Guarda in prima persona talento e passione: molte persone usano i social media per far sapere che amano la loro carriera. Puoi trovare persone appassionate e imparare che lavoro straordinario hanno fatto e idee creative che hanno.
  • Ottieni i dettagli del curriculum senza un curriculum: su LinkedIn e, in parte, su Facebook, puoi visualizzare la cronologia completa del lavoro e dell'istruzione di una persona. Saprai se un candidato ha esperienza per il ruolo prima di raggiungerlo.
  • Filtra i cattivi candidati : alcune persone sono abbastanza indisciplinate sui social media e in una certa misura puoi determinare se una persona ha un cattivo atteggiamento vedendo quello che fanno e condividendo online.

Utilizzo di LinkedIn come strumento di reclutamento

Fondamentalmente, per utilizzare LinkedIn, tutto ciò che devi fare è pubblicare lavori che hai a disposizione e cercare candidati. Con soli $ 195, puoi pubblicare un lavoro per un periodo massimo di 30 giorni. Oppure puoi acquistare crediti di lavoro e pagare di meno per annuncio di lavoro.

Puoi anche approfittare di LinkedIn Talent Advantage, che è una suite esclusiva di strumenti per i recruiter. Anche se non hai i mezzi per pagare le offerte di lavoro o unirti al vantaggio dei talenti, puoi sempre utilizzare le risorse gratuite di LinkedIn.

Puoi iniziare creando, alimentando e costruendo connessioni con persone che già conosci per prime. Può trattarsi di colleghi, clienti, imprenditori locali e persino amici e familiari. Queste persone possono essere collegate ad altre persone che possono creare i candidati ideali di cui hai bisogno.

È anche consigliabile unirsi a gruppi di cui potresti essere un potenziale candidato. Ad esempio, se stai cercando esperti di marketing, puoi trovare un gruppo affiliato al marketing su LinkedIn. Non appena ti unisci a quei gruppi che sono rilevanti per la tua area di interesse, dovresti provare a iniziare una discussione con le persone del gruppo.

Se noti persone che sono attive nel gruppo, fai sempre domande e rispondi ad altre, potrebbero essere le persone in cui ti affini per le opportunità di lavoro.

Un metodo gratuito per mostrare al mondo che stai assumendo su LinkedIn è quello di pubblicarlo nella tua casella di stato (nota anche come casella delle attività di rete). Puoi pubblicare qualcosa come "Alla ricerca di un marketer. Se conosci qualcuno, forse anche tu. Contattami."

Quando trovi qualcuno che ritieni possa essere adatto alla posizione che hai a disposizione, la prossima cosa che dovresti fare è valutare il suo profilo LinkedIn. Il profilo delle persone è completo e include una loro foto? Hanno raccomandazioni da colleghi, manager e colleghi?

Sono membri di gruppi pertinenti al loro settore? Hai connessioni di 2 ° o 3 ° grado con la persona per ottenere un referral più personale? Dovresti usare il profilo delle persone per conoscere meglio la persona prima di invitarli a un colloquio.

Il motivo per cui LinkedIn è un ottimo strumento per i recruiter è che ti dà accesso alla storia di lavoro di un candidato prima di ricevere il suo CV. Puoi scegliere chi chiedere il proprio CV per evitare di perdere tempo con persone che non soddisfano tutti i requisiti.

Inizia inserendo il ruolo per il quale stai assumendo (ad es. UX designer, analista aziendale, ecc.) Nel campo di ricerca e dai un'occhiata ai profili forniti dalla tua ricerca. Puoi quindi vedere chi ha il potenziale e contattarli direttamente per chiedere loro se sarebbero interessati alla posizione. Come proprietario di una piccola o grande impresa, puoi facilmente sfruttare LinkedIn per trovare talenti.

Utilizzando Facebook come strumento di reclutamento

A causa dell'elevato numero di persone registrate e attive su Facebook, questa piattaforma offre modi semplici e convenienti per aumentare il pool di candidati. Per cominciare, puoi utilizzare la directory di Facebook per cercare utenti, pagine, gruppi e applicazioni.

Se vuoi ottenere la parola di una posizione aperta su Facebook, puoi utilizzare la funzione gratuita o pagarla. Puoi pubblicare un lavoro gratuitamente nel Marketplace di Facebook. L'annuncio richiede informazioni di base come posizione, categoria di lavoro, sottocategoria, titolo, perché è necessario riempire questa posizione, descrizione e se si desidera pubblicare la propria foto con la pubblicazione di lavoro o un'altra immagine.

L'aspetto negativo di utilizzare un annuncio di lavoro gratuito su Facebook è che non sarai in grado di scegliere come target un gruppo specifico di persone come faresti con un annuncio di Facebook.

Le pagine di Facebook sono un'altra risorsa gratuita all'interno di Facebook. Una pagina Facebook è fondamentalmente un profilo pubblico che ti consente di condividere la tua attività e i tuoi prodotti con gli utenti di Facebook. Se non si possiede una pagina Facebook di propria proprietà, è possibile cercare altre pagine Facebook correlate alla propria area di interesse per trovare persone attive e interessate al proprio campo e che potrebbero essere interessate alla posizione disponibile.

D'altra parte, se la tua azienda deve avere una propria pagina Facebook, puoi facilmente usarla come strumento di reclutamento.

Devi assicurarti che le informazioni disponibili sulla tua pagina Facebook siano accurate e aggiornate. Puoi anche pubblicare offerte di lavoro che i tuoi fan possono vedere. Queste persone sono appassionate della tua azienda e possono essere altrettanto appassionate di lavorare per la tua azienda.

Se non si ottengono risultati soddisfacenti da ricerche non pagate, è possibile utilizzare un annuncio di Facebook. Gli annunci di Facebook si distinguono tra Google Word e Yahoo! Pubblicità nel senso che ha una migliore capacità di targeting. Con l'aiuto di Facebook Ads, puoi scegliere l'esatta demografia delle persone che desideri ricevere le tue inserzioni.

Il sistema farà una serie di domande sulle caratteristiche delle persone che si desidera visualizzare l'annuncio di pubblicazione di lavoro. Ti verrà chiesto in merito all'età, al sesso e alle parole chiave specifiche del gruppo relative alla posizione. Facebook calcolerà quindi quanti utenti soddisfano tali criteri.

Puoi scegliere di pagare per clic (quante persone hanno fatto clic sul tuo annuncio di lavoro), pagare per impressione (quante persone potenzialmente hanno visto il tuo annuncio) e impostare quanto sei disposto a pagare. Puoi decidere se pubblicare l'annuncio di lavoro in modo continuo o solo per un determinato periodo di tempo.

Ad esempio, se la tua attività si trova in Illinois e non disponi di un budget per il trasferimento per quella particolare posizione lavorativa, puoi facilmente indirizzare l'annuncio in modo che solo i potenziali candidati in Illinois e in altri stati vicini possano vederlo. Se la posizione è una posizione entry-level, puoi indirizzare la pubblicazione di lavoro a una fascia demografica di età più giovane. Normalmente, il targeting di un genere specifico per un determinato lavoro è una violazione di EEOC, ma un annuncio di Facebook fornisce una scappatoia sicura con la quale puoi aggirare questo.

Perché se sai che una donna o un uomo sarebbero più adatti alla tua posizione, puoi indirizzare il tuo annuncio di lavoro affinché sia ​​visto solo da donne o uomini. Gli annunci di Facebook sono estremamente personalizzabili e possono essere realizzati per adattarsi a quasi tutti i parametri che hai in mente. Tuttavia, dovresti stare attento a non rendere i criteri troppo specifici o potresti non ottenere i candidati che desideri.

Utilizzando Twitter come strumento di reclutamento

Per i recruiter che vogliono avere un vantaggio sui loro concorrenti, Twitter può essere uno strumento potente per loro. Fondamentalmente, tutto quello che devi fare è pubblicare un tweet su qualsiasi posizione di lavoro disponibile. Ad esempio, puoi twittare qualcosa come "Alla ricerca di un rappresentante dell'assistenza clienti in Arizona, stipendio molto competitivo, applicare a (includere un URL abbreviato)".

Se la tua azienda ha già un account Twitter ma non ha molti follower, puoi espandere la tua rete e costruire relazioni con clienti e candidati di lavoro su Twitter. Esegui una rapida ricerca su Twitter (search.twitter.com) per chiunque stia discutendo di una parola chiave specifica e puoi ottenere centinaia di contatti. Puoi cercare le persone che conosci, per posizione, per settore o interesse, per hashtag, per popolarità, per tempo e altro.

Dal momento che stai utilizzando Twitter, è consigliabile utilizzare l'hashtag (#) in modo da renderti unico. Gli hashtag vengono utilizzati come modo per filtrare e trovare informazioni su Twitter. Tutto quello che devi fare è includere l'hashtag con una parola chiave nel tuo tweet e diventa immediatamente ricercabile. Puoi aggiungere hashtag come #job, #employement, #staffing, #ITjob, #employment, #hiringnow #jobs #cityjobs #marketingjobs et al. al tuo post. Puoi usare più hashtag purché non superi il limite di caratteri stabilito.

Ci sono alcune aziende come AdLogic specializzate nell'aiutare le aziende a rivolgersi a un particolare pubblico di Twitter. AdLogic consente ai clienti di creare feed di lavoro personalizzati e corrispondenti profili Twitter specializzati per ciascuna area per la quale reclutano.

L'account twitter della tua azienda è anche un'opportunità molto utile per informare le assunzioni sulla tua azienda. I tweet che fai nel tuo account dicono molto sulla tua azienda e quali argomenti sono importanti per la tua azienda.

Quando trovi qualcuno che potresti essere interessato a reclutare su Twitter, ora tocca a te come reclutatore accedere alla loro attività sulla piattaforma, scoprire con quale frequenza il post tweet, se hanno un buon equilibrio tra follower e follower, quanto è grande la loro rete e la qualità dei loro tweet.

Dovresti anche provare a scoprire se mantengono un equilibrio tra tweet personali e professionali? Pubblicano solo aggiornamenti o rispondono ad altri e ritwittano gli altri utilizzando pienamente ciò di cui tratta Twitter?

20 consigli su come utilizzare i social media per reclutare dipendenti come un professionista

Ecco alcuni suggerimenti che dovresti tenere a mente se vuoi reclutare dipendenti attraverso i social media

1. Creare una strategia di marketing completa: a causa del fatto che i millennial sono molto più esigenti nelle loro aspettative sul posto di lavoro, le aziende devono ora rafforzare il proprio marchio di datori di lavoro per diventare datori di lavoro di scelta. Di solito, ciò può comportare l'offerta di incentivi, ma il primo passo è rendere l'azienda più visibile.

2. Tratta piattaforme sociali diverse come mezzi diversi: la maggior parte delle persone condivide lo stesso contenuto su tutte le piattaforme di social media senza rendersi conto che si tratta di un errore. Le varie piattaforme di social media non sono le stesse e come tali non dovrebbero essere trattate come se lo fossero.

Ad esempio, il numero limitato di caratteri di Twitter significa che i post devono essere sotto forma di aggiornamenti rapidi, il che lo rende ideale per la condivisione di notizie ed eventi. Facebook, d'altra parte, è perfetto per le persone in cerca di lavoro in quanto è più personale e meno intimidatorio rispetto ad altre reti. LinkedIn può essere utilizzato per contattare professionisti esperti poiché viene generalmente utilizzato da persone interessate alla loro carriera e desiderose di stabilire connessioni.

3. Annunci mirati: uno dei punti di forza unici dei social media è che ti offre strumenti che puoi utilizzare per ottimizzare il processo di reclutamento e renderlo il più preciso possibile. Puoi scegliere come target i tuoi annunci e assicurarti che le persone che li vedono siano il più pertinenti possibile. Il targeting degli annunci può aiutarti a risparmiare tempo che potresti aver sprecato nella revisione di Cv irrilevanti e anche a individuare i candidati giusti per ciascun ruolo molto più facilmente.

4. Non trascurare le reti di nicchia: Facebook, Twitter e LinkedIn sono giganti dei social media, ma puoi trovare candidati specifici sfogliando reti e forum di nicchia. Ad esempio, gli sviluppatori stanno condividendo le conoscenze su GitHub e StackOverflow. Gli esperti di marketing si stanno rimbalzando le idee a vicenda su Moz e Warrior Forum.

5. Coinvolgi tutti i dipendenti : è probabile che tu abbia alcuni utenti di social media sul posto di lavoro. Incoraggia tutto il tuo personale a condividere le aperture e, in generale, a essere un evangelista per il tuo marchio sui social media. Alcune aziende hanno rigide regole sui social media ma consentire ai tuoi dipendenti di parlare delle loro esperienze lavorative in modo responsabile può suscitare la curiosità di un potenziale candidato.

6. Creare una presenza su numerose piattaforme: alcuni recruiter credono che tutto ciò che devono fare è concentrare la propria attenzione su un'unica piattaforma di social media per ottenere i migliori risultati. Ad esempio, alcuni credono che una presenza su LinkedIn sia tutto ciò di cui hanno bisogno in quanto è un mezzo dedicato per le imprese. Ma i millennial sono interessati a imparare molto sulle aziende, ed è per questo che una presenza su molti mezzi sociali può rafforzare la visibilità dell'azienda.

Certo, essere attivi su varie piattaforme di social media può richiedere molto tempo e, a meno che tu non abbia una persona dedicata nel tuo team per gestire questi account, ci sono buone probabilità che la tua strategia non abbia successo. Dovresti cercare di concentrarti maggiormente sulle principali piattaforme social (che dovrebbero includere LinkedIn, Facebook e Twitter) e quindi aggiornare con parsimonia i tuoi altri account di social media (ad esempio Instagram, Pinterest e Snapchat).

7. Chiedi ai dipendenti attuali di aiutare nel processo di reclutamento: coinvolgere i dipendenti nei tuoi sforzi sui social media può aiutare a rafforzare il marchio e creare un'atmosfera positiva sull'azienda. Pubblica i video dei dipendenti su YouTube e chiedi ai potenziali candidati di capire com'è una normale giornata in ufficio. Perché non chiedere ad alcuni dipendenti di documentare la loro giornata e caricarla sul canale YouTube dell'azienda come serie?

8. Aggiorna la pagina LinkedIn dell'azienda: molte persone in cerca di lavoro cercano posti disponibili su LinkedIn. Puoi incoraggiare questi candidati a inviarti i loro CV semplicemente modificando i primi 200 caratteri della descrizione e aggiungendo all'inizio un cartello "Stiamo assumendo" per incoraggiare le persone a scoprire di più sulle opportunità all'interno dell'azienda.

9. Usa il social software per monitorare i social media: come direbbe chiunque nel marketing, a meno che non controlli le tue campagne non puoi davvero ottenere informazioni o migliorarle. Per assicurarti che la tua campagna di reclutamento sui social media stia raggiungendo il suo pieno potenziale devi tenere traccia delle condivisioni, menzioni e altro.

10. Caratterizza i tweet dei dipendenti sul sito Web dell'azienda: ad esempio, se la tua azienda offre un rinfresco gratuito ai dipendenti il ​​venerdì e questo è qualcosa che rende le persone abbastanza entusiaste di twittarlo, perché non utilizzarlo sul sito Web dell'azienda per aiutare a rafforzare l'azienda cultura?

Puoi chiedere ai dipendenti se sarebbero interessati a contribuire con i loro tweet al sito Web e chiedere al team IT di incorporare tali tweet sul sito Web. Assicurati che questi tweet vengano aggiornati il ​​più spesso possibile perché i post non aggiornati creano un senso di abbandono.

11. Costruisci un profilo Snapchat: Snapchat è una delle piattaforme di social media che è abbastanza popolare tra i giovani millennial e se i candidati che vuoi assumere per una particolare posizione rientrano in questa categoria, allora puoi utilizzare questa piattaforma. Chiedi ai dipendenti di Snapchat attraverso l'account dell'azienda il più spesso possibile e assicurati di investire un po 'di tempo seguendo altri account per essere seguito.

12. Usa i social media per condividere il marchio dell'azienda: i social media dovrebbero supportare le tue strategie di branding e questo significa che devi essere in grado di trasmettere i valori dell'azienda e la missione attraverso i profili.

13. Tieni d'occhio la concorrenza: dovresti sapere cosa stanno facendo i tuoi concorrenti e anche assicurarti che il marchio dei tuoi datori di lavoro possa competere con altre aziende del settore. Monitora i loro canali e assicurati che i tuoi profili siano buoni, se non migliori delle competizioni.

14. Crea un piano di contenuti: un piano di contenuti molto strutturato può aiutarti a identificare gli obiettivi e rendere i tuoi post più coerenti e sostanziali su tutti i tuoi canali. Puoi utilizzare strumenti come Hootsuite o Buffer per aiutarti a pianificare in anticipo ciò che desideri condividere e puoi anche suddividere i tuoi obiettivi in ​​obiettivi settimanali. Ad esempio, puoi avere una settimana in cui l'attenzione è rivolta alla cultura aziendale; un altro potrebbe essere quello di mostrare l'eccellenza dell'azienda nel settore, et al.

15. Rinnova le cose su una base regolare: la verità sui social media è che le persone vedono così tante pubblicità sulla piattaforma per tutto il tempo che possono diventare straordinari fuori orario. Quindi, per stare al passo, devi provare a rinfrescare le cose continuamente. Ciò non significa che devi creare sempre nuovi annunci, devi semplicemente pianificare la modifica di immagini e contenuti per i tuoi annunci ogni poche settimane.

16. Sapere quando pubblicare: secondo i rapporti, un post sui social media ha una durata di alcune ore, dopo di che viene sepolto sotto una pila di altri post. Ciò significa che se fai un post a colazione, verrà eliminato a pranzo, quindi devi tenere a mente quando vuoi che il post venga visualizzato e quindi agire di conseguenza. Durante il pranzo o la sera sono sempre momenti eccellenti, perché le persone hanno molte più probabilità di essere al telefono durante questi periodi.

17. Costruisci relazioni con professionisti diversi: se disponi di una buona strategia di acquisizione di talenti, probabilmente sai già chi dovrai assumere in futuro. È quindi importante che inizi a costruire queste relazioni, quindi quando arriva il momento di assumere, i professionisti a cui sei interessato avranno bisogno di una minima persuasione.

18. Sapere dove concentrarsi: per quanto sia consigliabile diversificare nell'uso delle piattaforme di social media, è anche fondamentale concentrarsi sul posto giusto. Ad esempio, se la maggior parte del tuo pubblico proviene da Facebook, devi aumentare il budget su quel canale ed evitare di spendere soldi su altre piattaforme che non sembrano funzionare per te.

19. Ricerca termini chiave e parole chiave: proprio come SEO è importante per il posizionamento del sito Web, parole chiave e termini relativi al settore importanti anche per i social media. Prima di pubblicare un nuovo post, devi assicurarti di aver effettuato ricerche concrete e di aver raccolto le parole chiave e gli hashtag relativi a tale argomento e di averli inclusi anche nel tuo post.

20. Partecipa alle conversazioni giuste: tutte le piattaforme di social media là fuori sono piene di rumore e spetta al reclutatore setacciare questa pula per trovare il candidato giusto. Essere attivi nei gruppi di LinkedIn e utilizzare gli hashtag sono ottimi modi per ottenere le tue opportunità di lavoro di fronte ai candidati che desideri candidarti. Ad esempio, #ITjobs o #NYChiring possono aiutarti a raggiungere i candidati giusti su Twitter.

In conclusione, i social media hanno la capacità di aiutare un datore di lavoro a mettersi in contatto e conoscere meglio un potenziale dipendente. Puoi sapere se la persona che vuoi assumere è sufficientemente qualificata per gestire l'attività. Proprio come qualsiasi apertura di lavoro, l'uso dei social media nel processo di reclutamento può essere piuttosto dispendioso in termini di energia e di tempo, ma ne vale sicuramente la pena.