Una guida dettagliata su come creare prodotti a marchio del distributore

Vuoi avviare un'attività creando i tuoi prodotti white label? Se SÌ, ecco una guida dettagliata su come creare i tuoi prodotti a marchio del distributore.

Le etichette private sono viste come offerte di prodotti generici in concorrenza con le loro controparti di marca nazionali per mezzo di una proposta di valore-valore. Spesso l'alternativa più economica alla cosa principale, i marchi del marchio del distributore o del negozio portano lo stigma della qualità inferiore e quindi ispirano meno fiducia.

I marchi del negozio offrono una scelta al consumatore finale, mentre per il rivenditore funge da strumento per sfruttare il business e ottenere la fedeltà dei clienti. I rivenditori hanno capito che mentre i consumatori possono acquistare un marchio nazionale ovunque; possono solo acquistare il marchio del loro negozio nel loro negozio.

In mercati meglio affermati, i marchi privati ​​erano il risultato di una necessità economica, per fornire un'alternativa economica ai prodotti a basso coinvolgimento emotivo come burro, uova, farina e zucchero. Anche con la crescente popolarità delle etichette private in Europa e negli Stati Uniti, ora è il momento migliore per avviare il proprio marchio di prodotti con etichetta privata.

Secondo i rapporti, i rivenditori di tutto il mondo sono diventati più sofisticati e competitivi e il ruolo delle private label nei loro negozi è cambiato da quello di un cacciatore di prezzi a un fattore di differenziazione del valore aggiunto.

È molto importante affermare che il cambiamento dei gusti dei consumatori e la necessità di colmare una lacuna nell'offerta di prodotti è la ragione principale per cui i rivenditori offrono prodotti a marchio del distributore. Si noti che questo divario potrebbe essere dovuto alla non disponibilità di un particolare prodotto / categoria. Il rivenditore potrebbe anche voler stabilire un vantaggio competitivo nel suo dominio mirando a offrire un prodotto unico e quindi a fidelizzare i clienti.

Tieni presente che offrire un prodotto o una gamma all'interno di un prodotto, offre al cliente nuove ragioni per visitare il negozio ogni mese o settimana, è qualcosa che ogni rivenditore attende con impazienza. Dovresti anche capire che le etichette private consentono anche al rivenditore di stabilire un marchio associato al negozio e, quindi, con un'esperienza.

Un marchio privato attira anche i trend setter e gli acquirenti curiosi che vogliono qualcosa di diverso. Ti dà anche l'opportunità di creare un prodotto che rifletta l'identità generale del tuo marchio e un prodotto che differenzia la tua azienda dalla concorrenza.

Una guida dettagliata su come creare prodotti a marchio del distributore

Esistono due tipi principali di prodotti a marchio del distributore: i prodotti che devono riflettere o legarsi direttamente a un marchio esistente e i prodotti che devono valere per merito e nome. Devi capirli per scegliere il percorso che ritieni possa produrre più risultati. Non esiste una regola rigida per la creazione di marchi privati ​​in quanto essenzialmente si sta creando un marchio completamente nuovo.

un. Definire l'obiettivo

Si noti che il primo passo verso la creazione di un marchio privato inizia definendo il motivo per cui si desidera creare il marchio privato. In effetti, alcuni motivi comuni per creare un marchio del distributore sono la necessità di creare una differenziazione competitiva o di offrire una gamma di prodotti ampia e unica. Si noti inoltre che la necessità di creare un marchio privato può essere utile anche per aumentare il margine del prodotto e fidelizzare i clienti.

b. Comprendi le lacune nel mercato

Dopo aver definito il tuo obiettivo di base, dovrai anche comprendere il segmento di clienti che deve essere sfruttato. Ciò ti aiuterà a comprendere meglio il profilo target del cliente e ti aiuterà anche ad affrontare i problemi relativi alla sensibilità del prezzo sul pubblico target, al livello di sperimentazione all'interno del segmento e al livello di fedeltà al marchio, se presente .

Anche un altro fattore che è necessario esaminare in questa fase sono le implicazioni finanziarie del marchio del distributore. Ciò comporterà la comprensione dei dati finanziari che sarebbero coinvolti nella creazione del marchio del distributore e delle efficienze della catena di approvvigionamento che sarebbero necessarie all'organizzazione e al fornitore, nel caso in cui il prodotto venga esternalizzato.

c. Scegli di fare o acquistare e fonte

A questo punto, dovrai decidere lo scopo di base per la creazione del marchio del distributore, il metodo in cui deve essere effettuato l'approvvigionamento del prodotto. Tieni presente che questo processo comporterà una decisione su come effettuare o acquistare. Se si decide di procurarsi il prodotto, le decisioni relative al fornitore o al fornitore devono essere affrontate diligentemente.

Dovrai inoltre verificare la capacità del fornitore di fornire prodotti entro il periodo di tempo indicato, ai livelli di qualità e prezzo necessari, in modo da consentirti di guadagnare un importo considerevole come margine. Anche se il prodotto è un abbigliamento, è molto importante che i design e gli stili dei prodotti siano diversi da quelli disponibili con altri rivenditori e marchi.

d. Crea una strategia di marketing e vendite funzionante

Il prodotto, quando protetto, deve essere commercializzato all'interno dell'ambiente del negozio. Ciò comporterà la comunicazione all'interno del negozio e, a volte, la comunicazione nei veicoli dei mass media.

e. Identificare le misure di prestazione

Quando si crea un marchio privato, come nella creazione di un marchio, è molto importante identificare la misura delle prestazioni. È anche importante sviluppare un sistema per tracciare e monitorare le prestazioni del programma del marchio del distributore e identificare raccomandazioni per il perfezionamento e il miglioramento del programma.

Conclusione

Il rapporto che afferma che la penetrazione del marchio del distributore avrà raggiunto il 50 percento entro il 2025 si basa su ipotesi sulla struttura del mercato al dettaglio alimentare. Tieni presente che i driver sottostanti per la crescita del marchio del distributore sono sparsi su una serie di tendenze / strategie. Inoltre, per complicare ulteriormente le cose, esiste una forte interdipendenza tra i fattori di crescita.